lunedì 2 dicembre 2019

15/11/2019

MOZIONE PER IL CONTRASTO ALL’ABBANDONO DEI RIFIUTI NEL CENTRO STORICO

L’abbandono dei rifiuti domestici, all’interno del centro storico, è un fenomeno costante e quasi quotidiano che continua ad affliggere la nostra comunità.

Uno spettacolo indecoroso per chi visita il borgo antico, oltre che una delle principali problematiche, a livello igienico-sanitario, per tutti i residenti.

Siamo convinti che la lotta all’abbandono dei rifiuti, in quest’area del paese, sia strettamente connessa al contrasto all’abusivismo abitativo e all’evasione fiscale: l’occupazione di un immobile senza titolo (magari perché privo di abitabilità/agibilità) può essere infatti un incentivo verso questa forma di inciviltà, da parte di chi non ha diritto al ritiro della pattumelle per la differenziata.

A tutto ciò si aggiungono i rischi legati alla presenza di edifici che versano in stato di degrado, abbandonati da anni all’incuria o, peggio ancora, occupati ed abitati con ovvi rischi per chi ne usufruisce e grave responsabilità dei proprietari.

Per troppi anni abbiamo assistito ad Amministrazioni inerti di fronte a queste criticità, cui è necessario porre rimedio al più presto.

Il 15 Novembre abbiamo protocollato una mozione, da discutere in Consiglio Comunale, per impegnare il Sindaco e la Giunta Comunale a:

  • eseguire verifiche ed accertamenti, sia di natura strutturale che fiscale, sugli immobili presenti nel centro storico;
  • potenziare la video sorveglianza nei “punti abituali” di deposito illecito dei rifiuti;
  • inasprire ulteriormente le sanzioni pecuniarie per chi abbandona i rifiuti.
Spesso il cambiamento richiede decisioni “forti”, quest’Amministrazione sarà pronta ad attuarlo?!?

Leggi la nostra mozione >> Mozione-Abbandono-Rifiuti-Centro-Storico

sabato 23 novembre 2019

15/11/2019

STOP AI BOTTI!

Di recente, nel nostro paese, sta prendendo sempre più piede la deplorevole usanza di accendere e lanciare fuochi d’artificio, sparare petardi, scoppiare mortaretti, razzi ed altro per festeggiare ogni occasione utile: anniversari, compleanni, serenate, inizio dell’anno nuovo, etc.

Il tutto senza l'adozione ed il rispetto delle precauzioni minime di sicurezza, incidendo sulla quiete, sicurezza ed incolumità dei cittadini, nonché sul benessere degli animali.

Come se non bastasse, gli articoli pirotecnici rappresentano una fonte molto importante di inquinamento e determinano un notevole peggioramento dei valori di qualità dell'aria in atmosfera nelle ore e nelle giornate immediatamente successive ai fuochi, con particolare riferimento alle polveri sottili.

Pertanto abbiamo presentato un’interpellanza per il prossimo Consiglio Comunale per conoscere se l’Amministrazione intende:
  • emanare un'ordinanza sindacale con la quale vietare, al di fuori degli spettacoli autorizzati agli operatori professionali, ogni tipo di fuoco d'artificio;
  • limitarsi a regolamentarne l’uso, redigendo apposito regolamento che stabilisca tutti gli accorgimenti da rispettare, come orari e distanze di sicurezza;
  • vietare la vendita, in forma ambulante e non, di ogni tipo di fuochi d'artificio, ad esclusione dei prodotti del tipo fontane, bengala, bottigliette a strappo lancia coriandoli, fontane per torte, etc.

Leggi la nostra interpellanza >> Interpellanza-Fuochi-Artificio

mercoledì 13 novembre 2019

28/05/2019

1588 volte grazie a tutti!



Un risultato straordinario per il Movimento 5 Stelle di Rutigliano, uno dei migliori in Puglia.

Il rinnovamento, quello autentico, è appena iniziato!

I cittadini rutiglianesi hanno deciso di porre fiducia in un gruppo di 17 persone, libere e operose che intendono spendersi (e lo faranno!) senza secondi fini ed interessi personali.

Quando si parla di cambiamento bisogna iniziare dalle idee, è vero! Ma queste devono camminare sulle gambe delle persone che possano garantirlo realmente il cambiamento.
Non è sufficiente rifarsi il look. La gente non è stupida!

Siamo un gruppo coeso che ci ha creduto fino in fondo ed oggi possiamo ritenerci soddisfatti.

Faremo opposizione!
E vogliamo farla in maniera seria e garbata come abbiamo dimostrato da oltre cinque anni con la nostra associazione.

Il movimento è aperto a tutti coloro che vorranno darci una mano, avvicinarsi per apportare il proprio contributo utile a migliorare Rutigliano.

In queste ore ho ricevuto tante telefonate da amici, parenti, conoscenti, anche avversari politici che si congratulano con me per il risultato conseguito.

Sono contento ed onorato di far parte del M5S e lo dimostrerò con poche chiacchiere e molti fatti, ma sappiate che senza i miei meravigliosi compagni di viaggio, senza l'affetto ed il sostegno dei cittadini liberi non ce l'avrei fatta.

Vi ringrazio ancora una volta, ribadendo che il M5S di Rutigliano non farà apparentamenti per il ballottaggio, ma lascerà libertà di scelta ai propri elettori.

Democrazia è partecipazione

Beppe Palmino - Portavoce M5S Rutigliano

venerdì 19 aprile 2019

17/04/2019

Sì al Palazzetto, no alle bugie!

Non abbiamo nessuna intenzione di partecipare ad una gara per recuperare meriti o consensi.

Tuttavia non possiamo tacere nel vedere il PD ed i suoi rappresentanti, prendersi gioco dei cittadini.

Nel comunicato del 16 Aprile il candidato sindaco della coalizione “Amo Rutigliano” continua a rivendicare di aver fatto luce sulla mancata richiesta, da parte dell’Amministrazione, del Parere all’Autorità di Bacino riguardo la realizzazione del Palazzetto dello Sport.

Scrive testualmente “Nei mesi passati abbiamo osservato come il progetto proposto dall'amministrazione Romagno peccasse in termini di procedure e di autorizzazioni.  Era infatti privo del parere dell'Autorità di Bacino. E così la gara per i lavori del palazzetto furono presto revocati.”

In realtà, in data 25 Gennaio 2019, il PD di Rutigliano si era limitato a richiedere la documentazione relativa al progetto del Palazzetto con particolare riferimento alla parte concernente la rimozione/demolizione del tensostatico, su cui sarebbe sorto un parcheggio.

L’accesso agli atti dell’Ass. Rutigliano 5 Stelle, invece, facendo riferimento a quanto dichiarato nella relazione geologica allegata al progetto esecutivo, chiedeva esplicitamente di conoscere il Parere dell’Autorità di Bacino, considerato che non risultava presente tra gli atti pubblicati, né citato dagli stessi.  

Non è un caso che la revoca in autotutela arrivava il 5 Febbraio, esattamente 3 giorni dopo la nostra richiesta.

Qualche giorno fa, l’Autorità di Bacino ha suggerito di provvedere alla modifica della progettazione, realizzando opere idrauliche che garantiscano una maggiore sicurezza ed una corretta realizzazione dell’opera.

A dimostrazione che le nostre preoccupazioni sulla realizzazione del palazzetto, in un’area persistente in prossimità di un corso d’acqua episodico, erano legittime e condivise dalle autorità preposte.

Anziché dichiarare di volersi impegnare affinché in futuro i progetti non vengano presentati incompleti, con ulteriore dispendi di denaro per i rutiglianesi, il candidato Sindaco di “Amo Rutigliano” avrebbe dovuto avere queste premure anche in passato, vigilando sulla realizzazione del Palazzetto dello Sport, e non del solo parcheggio.


Il proprio paese si ama sempre, anche quando si è consiglieri di opposizione, e non solo in campagna elettorale! 

domenica 7 aprile 2019

07/04/2019

Per competenza, non per conoscenza: 

apertura candidature per assessorati

Abbiamo deciso di indire una chiamata pubblica al fine di selezionare le persone che saranno chiamate a ricoprire la carica di Assessore Comunale.

Il M5S si presenta alle elezioni con un’unica lista, non deve sottostare a spartizioni di poltrone, né a direttive di partito o da parte di portatori di voti.

Abbiamo le mani libere, dobbiamo dar conto solo ai cittadini e, per questo, vogliamo mettere le persone giuste al posto giusto, scegliendo i nostri assessori esclusivamente sulla base delle competenze.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

La presentazione delle domande dovrà pervenire unicamente al seguente indirizzo email: beppepalminosindaco@gmail.com entro il 26 Maggio 2019.

Ciascun candidato dovrà segnalare nell’oggetto dell’email “Candidatura ad Assessorato”, allegare il proprio CV ed indicare per quale delle seguenti aree tematiche è interessato:

- Patrimonio, bilancio, tributi;
- Cultura, turismo, patrimonio storico-archeologico;
- Agricoltura;
- Commercio ed attività produttive;
- Sport;
- Partecipazione e innovazione;
- Scuole e istruzione;
- Politiche sociali, per la famiglia, pari opportunità e integrazione;
- Urbanistica, pianificazione strategica e riqualificazione urbana;
- Mobilità;
- Ricerca fondi, bandi europei, cooperazione;
- Polizia Municipale, sicurezza e protezione civile;
- Ambiente, Rifiuti, igiene urbana, verde pubblico, benessere e tutela degli animali;
- Altro (specificare).


È possibile inviare candidature per più di un’area tematica.

martedì 2 aprile 2019

27/03/2019

Sotto Sopra: un programma al contrario

Per anni siamo stati abituati a programmi elettorali solitari, a pochi individui che pretendono di conoscere problemi e soluzioni per tutti. 

Noi abbiamo voluto invertire il percorso.

In questi mesi abbiamo distribuito questionari ad associazioni e commercianti, incontrato cittadini tramite gazebo di quartiere e studiato soluzioni per migliorare il nostro paese, suddivisi in gruppi di lavoro.


Il risultato è Sotto-Sopra: un programma realmente partecipato, frutto dell’attività spontanea di un’intera comunità, che mette a disposizione di tutti le proprie esperienze, conoscenze e capacità.

Come un albero dai cui rami nascono ramoscelli e boccioli, vogliamo accrescere e adeguare qualsiasi punto di questo programma aperto.  

Pertanto, nelle prossime settimane, lo sottoporremo ai cittadini in una serie di incontri pubblici.

Non abbiamo paura di perdere la paternità delle nostre idee, vogliamo condividerle con tutti, anche con i nostri avversari politici.

Che rubino il nostro sentire, la nostra voglia di cambiare questa città, le nostre proposte e la nostra sincerità, perché non è importante avere idee geniali, ma realizzare quelle più utili e semplici all’interno della nostra comunità: questa è la vera sfida.

Ti invitiamo a partecipare ai prossimi incontri, scoprire le nostre idee ed adattarle al tuo quotidiano, al tuo ambiente di lavoro, al tuo quartiere, per innestare una parola, un pensiero, un capitolo nel nostro programma elettorale.

Calendario incontri:

RUTIGLIANO STORICA
Centro antico
Martedì 02 Aprile – 19:30 – Via M. Troiano, 12

RUTIGLIANO PROATTIVA
Patrimonio storico-culturale, sport, turismo e tradizione
Martedì 09 Aprile – 19:30 – via San Francesco d’Assisi, 15

RUTIGLIANO PRODUTTIVA
Agricoltura, commercio
Giovedì 02 Maggio – 19:30 – via San Francesco d’Assisi, 15

RUTIGLIANO INCLUSIVA
Nessuno deve rimanere indietro
Martedì 07 Maggio – 19:30 – via San Francesco d’Assisi, 15

RUTIGLIANO PARTECIPATIVA
Partecipazione e politiche dal basso
Giovedì 09 Maggio – 19:30 – via San Francesco d’Assisi, 15

venerdì 29 marzo 2019

26/03/2019

PUBBLICA ILLUMINAZIONE: SEGNALAZIONE ALL’ANAC

Nelle scorse settimane l’Amministrazione Comunale ha deciso di privatizzare la pubblica illuminazione del nostro paese, affidandone la gestione, la messa in sicurezza e l’efficientamento energetico ad una società esterna.

Una scelta discutibile, dal punto di vista economico e strategico, presa a poche settimane dalle elezioni, che inevitabilmente ricadrà su tutta la comunità rutiglianese, oltre che sulle prossime Amministrazioni.

Ma quali sono i principali punti critici di questo accordo?

Svantaggi economici

- verseremo 461.530 € l’anno (per 20 anni!) ad un soggetto privato, a fronte, di una spesa di 1.853.000 € da parte di quest’ultimo; 
- alla società privata verranno garantiti ulteriori benefici derivanti dal risparmio proveniente dall’efficientamento energetico, oltre a finanziamenti Europei o stanziati dal governo centrale;
- ai costi previsti, da parte del Comune, si aggiungeranno le spese per attrezzature, impianti e luci di futura installazione, oltre che eventuali variazioni dovuti all’aumento dell’energia elettrica, dei materiali e del personale.

Durata dell’accordo

- il partenariato avrà una durata di vent’anni! Un periodo nel corso del quale, potrebbero attuarsi innovazioni importanti nell’ambito dell’efficientamento energetico. Tra qualche anno, quindi, potremmo ritrovarci a pagare una tecnologia diventata già obsoleta.
- tra l’altro, così come segnalato nella nostra nota all’ANAC, la scelta di una durata ventennale del contratto di gestione è assunta in difformità con quanto previsto dal Regio Decreto n. 2440 del 18 novembre 1923, il quale prevede che le spese ordinarie (come quelle relative alla pubblica illuminazione) abbiano una durata inferiore ai 9 anni.

Forse una scelta così importante per la nostra comunità avrebbe meritato delle valutazioni ed una discussione più approfondite. Ma d’altronde, le Amministrazioni Romagno hanno avuto "solo" 10 anni di tempo per maturare questa pessima decisione...

Ad ogni modo, abbiamo segnalato all’Autorità Nazionale Anticorruzione alcune irregolarità riscontrate negli atti che porteranno alla indizione della gara per l'affidamento di questo servizio.

Non ci resta che sperare nella tempestività di un intervento dell'ANAC e che quest'Amministrazione concluda il suo mandato senza arrecare ulteriori danni al nostro paese.

Leggi la nostra segnalazione >> Segnalazione-ANAC-Pubblica-Illuminazione